IL SALUTO DEL PRESIDENTE FLAMIGNI

Oggi 13 ottobre 2021 per me è stata una giornata importante in quanto mi ha visto protagonista insieme con Edo Miserocchi della nascita della “Fondazione Giovanni dalle Fabbriche – Multifor”, derivante dalla incorporazione nella Fondazione G. Dalle Fabbriche, della Fondazione Multifor di cui sono stato Presidente per diversi anni.
La nuova Fondazione avrà la sua sede a Faenza in via Laghi 85 e una sede operativa nella unità locale a Forlì in via Baratti 1.
La fusione consentirà di investire maggiori risorse sui progetti, sui giovani e al contempo ridurre i costi di gestione, consolidando ed ampliando i programmi di lavoro previsti.
Prima di congedarmi vorrei condividere brevemente con voi la storia di Multifor.
Difficile riportare i sentimenti, i timori e le gioie di questi 20 anni così come è complicato sintetizzare il lavoro svolto da Multifor, la ricchezza e la vivacità delle relazioni umane costruite e che hanno fatto grande questa esperienza.
Ho iniziato la mia avventura in Multifor nel lontano 2001 quando Domenico Ravaglioli e Tiziano Tampellini (Presidnete e vice Presidente della Banca di Forlì) mi proposero insieme agli altri consiglieri della Banca di Forlì di diventare socio della Multifor S.p.a. nata su impulso della stessa Banca e delle principali associazioni imprenditoriali di Forlì che volevano mettere a punto iniziative comuni volte a favorire l’imprenditoria e lo sviluppo territoriale locale.
Accettai con entusiasmo capendo fin da subito la portata di questa proposta
Per la prima volta nel panorama economico locale e nazionale nasceva una società che vedeva coinvolte in una virtuosa e fattiva collaborazione una banca e le più autorevoli associazioni imprenditoriali locali quali Confindustria, Confartigianato, Cna, Confcooperative, Legacoop, Coldiretti, Confagricoltura, Confesercenti, Ascom. L’obiettivo era quello di favorire il rapporto tra sistema universitario e quello imprenditoriale al fine di garantire un adeguato ricambio generazionale all’interno delle aziende.
Sono nate, di conseguenza, iniziative innovative concrete come il “Progetto di crescita professionale” e “Moving Generaion” di cui sono stati partner la Camera di Commercio, la Provincia, Il Campus di Forlì, il Campuis di Cesena, Uniser, e Cise.
Con i Campus universitari Multifor ha sottoscritto protocolli d’intesa, tuttora in corso, per la realizzazione di attività di tirocinio post universitario e di avviamento al lavoro.
In questi venti anni sono arrivate migliaia di candidature di laureati, centinaia di laureati sono stati ospitati in tirocinio presso aziende del territorio e il 75% degli stessi è stato assunto dalle aziende presso le quali svolgeva la propria esperienza di tirocinio.
Dal 2001 al 2016 sono stato socio e consigliere di Multifor, nel 2017 ne sono diventato Presidente.

Multifor è sempre stata una fucina di idee e iniziative innovative.
La nostra attività non si è fermata nemmeno nel periodo di pandemia. Abbiamo addirittura messo a punto un nuovo progetto denominato “Credere nel futuro” che vede protagonisti giovani di 18/20 anni che potremmo definire svantaggiati con un’esperienza di casa famiglia alle spalle e necessità di trovare un lavoro che gli consenta di vivere al di fuori di essa e di rendersi autonomi.
Partirà quest’anno come progetto pilota con la partecipazione di dieci ragazzi e funzionerà sulla falsariga del Progetto di crescita Professionale.
Qualcuno mi ha detto che il patrimonio di esperienze di tutti questi anni sarebbe andato perso con la fusione con la Fondazione dalle Fabbriche. La mia valutazione è stata diversa.
L’unificazione porterà solo vantaggi e nuove opportunità.
Vorrei a questo punto fare dei ringraziamenti.
- In primis alla Banca di Forlì, successivamente diventata La Bcc credito cooperativo ravennate forlivese imolese dopo una fusione, di cui sono orgogliosamente socio da ben cinquant’anni e sono stato amministratore per vari anni; in particolare desidero ringraziare anche l’ing. Gianni Lombardi Vice Presidente de La BCC, che ha operato come mio vice presidente in Multifor, assicurando il collegamento prezioso col Credito cooperativo;
- all’intero Consiglio di amministrazione di Multifor - lavorare con voi è stato davvero facile e coinvolgente - ;
- a Domenico Ravaglioli e Tiziano Tampellini (rispettivamente Presidente e vice Presidente dell’allora Banca di Forlì) che vollero fortemente la nascita di Multifor;
- ai vari Presidenti che si sono succeduti prima di me (Bruno Tramonti, Giuseppe Bertaccini, Giuseppe Corzani, Edgardo Zagnoli, il compianto Pier Francesco Matteini;
- al Dr. Mario Russomanno direttore per 16 anni di Multifor e da qualche anno in pensione, che ha operato concretizzando l’idea dei soci e delle associazioni imprenditoriali facendo anche da filo conduttore per tutte le relazione nella costruzione e conduzione della Multifor;
- alla Dr.ssa Antonella Como fin dal primo giorno unica dipendente della società, preziosa collaboratrice che con garbo, riservatezza, capacità e professionalità ha seguito tutti i progetti della società favorendone la realizzazione; centinaia di ragazzi devono a lei l’inserimento lavorativo nelle aziende del territorio.
- Al Dr. Edo Miserocchi per la preziosa collaborazione ricevuta in questi anni, una persona dotata di alta professionalità ma anche di cordialità e semplicità. A lui, che diventerà il Presidente del neo nata “Fondazione Giovanni dalle Fabbriche - Multifor”, un sincero augurio di buon lavoro, che possa portare in porto tutti i progetti presenti e futuri con slancio e professionalità che lo hanno da sempre contraddistinto.

FOTO FLAMIGNI

FONDAZIONE GIOVANNI DALLE FABBRICHE - MULTIFOR
una Fondazione unica e rinnovata tra Faenza e Forlì

 

Il 13 Ottobre 2021 è nata - a seguito dell’atto di fusione per incorporazione nella Fondazione Giovanni dalle Fabbriche della Fondazione Multifor stipulato nello Studio del notaio Marco Maltoni - la “Fondazione Giovanni dalle Fabbriche - Multifor”.
Le due fondazioni, che avevano sede rispettivamente a Faenza e a Forlì si sono focalizzate fin dai loro esordi nell’agevolare e supportare con specifici aiuti, i giovani ad inserirsi nel mondo lavorativo e sviluppare il tessuto economico e imprenditoriale locale.
La Fondazione Dalle Fabbriche in particolare con Borse di studio e di ricerca, tirocini all’estero per studenti a valere sul Progetto Erasmus; la Fondazione Multifor soprattutto con tirocini lavorativi in aziende del territorio, in convenzione con il Campus universitario di Forlì e Cesena.
Questa fusione, spiegano i Presidenti Edo Miserocchi e Gilberto Flamigni, è il naturale prosieguo della fusione tra il Credito Cooperativo ravennate e imolese con la Banca di Forlì avvenuta nel 2017, che ha dato vita alla attuale “La Bcc”. Miserocchi ribadisce: “Ciò porterà ad una riduzione dei costi di gestione e ad un maggior intervento a sostegno delle iniziative di facilitazione di lavoro e occupazione a favore della realtà giovanile”.
La Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, con sede a Faenza, venne costituita nel 1993, alla scomparsa di Giovanni Dalle Fabbriche, da parte degli Enti cooperativi e associativi che lo videro protagonista. Dalle Fabbriche, fin dagli anni ‘60 diede impulso al movimento cooperativo faentino fino ad assumere responsabilità nazionali nel settore del Credito Cooperativo, dopo essere stato a lungo Presidente dell’allora P.A.F. (oggi Agrintesa) e di CAVIRO.
La Fondazione Multifor nacque nel 2001 su impulso dell’allora Banca di Forlì e di Confindustria, Confartigianato, Confcooperative e Coldiretti con l’obiettivo di realizzare, confidando su un gruppo di lavoro appositamente costituito, agile e qualificato, iniziative a favore dell’imprenditoria e dello sviluppo territoriale delle quali non si occupano abitualmente Banche e Associazioni d’impresa. Le strategie elaborate ed i progetti esecutivi vengono poi condivisi con adesione anche da parte di Confesercenti, Cna, Lega Coop, Confagricoltura, Confcommercio e Ascom.
La nuova “Fondazione Giovanni dalle Fabbriche - Multifor” avrà la propria sede legale ed operativa a Faenza in Via Laghi 85 ed una unità locale operativa a Forlì in via Baratti 1.

Allegati:
- Nuovo Statuto della Fondazione
- Progetto di fusione
- Stato patrimoniale accorpato al 31 dicembre 2020 della due Fondazioni

FOTO FUSIONE Per sito

da sinistra Edo Miserocchi, Gilberto Flamigni e il notaio Marco Maltoni

A settembre sarà operativa la “Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche - Multifor”

Si sono svolte a fine giugno le due Assemblee straordinarie della Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche e della Fondazione Multifor che hanno deliberato il Progetto di fusione che si concluderà a metà del prossimo mese di settembre.

La Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, con sede a Faenza, è stata costituita nel 1993, alla scomparsa di Giovanni Dalle Fabbriche, da parte degli Enti che lo videro protagonista, in particolare La BCC. Dalle Fabbriche, fin dagli anni ‘60 diede impulso al movimento cooperativo faentino fino ad assumere responsabilità nazionali nel settore del credito, dopo essere stato a lungo Presidente dell’allora P.A.F. (oggi Agrintesa).

La Fondazione Multifor è stata costituita, sotto forma di società per azioni, nel 2001, da parte del Credito Cooperativo forlivese e di tutte le Associazioni di categoria della Provincia di Forlì - Cesena. Nel 2018 è stata trasformata in Fondazione.

Entrambe operano a supporto della preparazione scolastica dei giovani, per favorirne l’ingresso più consapevole nel mondo del lavoro e dell’impresa.

La Fondazione Dalle Fabbriche in particolare con Borse di studio e di ricerca, tirocini all’estero per studenti a valere sul Progetto Erasmus; la Fondazione Multifor soprattutto con tirocini lavorativi in aziende del territorio, in convenzione con il Campus universitario di Forlì e Cesena.

La fusione tra le due realtà porterà ad una riduzione dei costi di gestione e ad un maggior intervento nei campi di azione della realtà giovanile.

La Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche dopo la incorporazione di Fondazione Multifor assumerà la nuova ragione sociale di “Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche - Multifor”, con sede legale a Faenza in Via Laghi 85 ed una unità operativa a Forlì.flamigni e maltoni

Fusione

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Multifor in data 21 maggio u.s. ha approvato il Progetto di fusione con la Fondazione Giovanni dalle Fabbriche con sede legale in Faenza, in via Laghi n. 85.

La delibera avvia l'iter amministrativo che porterà alla nuova "Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche - Multifor", con sede a Faenza ed unità locale a Forlì.

Anche il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Giovanni dalle Fabbriche ha approvato il Progetto.

Con la presente viene pubblicato, per la visione degli aderenti e di tutti i portatori di interesse che desiderano approfondire l'argomento:

- Il Progetto di fusione

- Lo Statuto che diverrà vigente al termine del percorso di fusione

MIRCO CORIACI ELETTO NUOVO SEGRETARIO GENERALE DI CONFCOOPERATIVE ROMAGNA
 
 
Il Consiglio territoriale di Confcooperative Romagna ha formalizzato la composizione del Consiglio di presidenza che affiancherà il presidente Mauro Neri per i prossimi 4 anni. Nella stessa seduta è stato inoltre nominato Mirco Coriaci quale segretario generale e eletti i tre vicepresidenti: Luca Bracci (vicario), Pierangelo Laghi e Antonio Buzzi.
Nelle foto il presidente vicario Luca Bracci (già presidente di Confcooperative Ravenna-Rimini nella giornata della firma dell’atto di fusione tra le due Unioni) e Mirco Coriaci, segretario generale (già direttore di Confcooperative Forlì-Cesena).
Il Consiglio di presidenza è composto da 25 cooperatori: Cesare Bagnari, Livia Bertocchi, Andrea Bassi, Luca Bracci, Antonio Buzzi, Maurizio Casadei, Carlo Dalmonte, Pamela Della Chiesa, Raffaele Drei, Mauro Fabbretti, Maria Giulia Fellini, Anna Grazia Giannini, Valerio Giorgis, Raffaele Gordini, Pierangelo Laghi, Marina Lappi, Mauro Marconi, Mauro Neri, Antonio Prati, Mirca Renzetti, Secondo Ricci, Guido Sassi, Pio Serritelli, Doriana Togni e Davide Vernocchi.

NASCE CONFCOOPERATIVE ROMAGNA.

Mauro Neri primo Presidente.

La nuova Unione territoriale nasce dalla fusione di Confcooperative Forlì-Cesena e Confcooperative Ravenna-Rimini e accorpa 640 cooperative, 160.000 soci, 35.000 occupati, per oltre 7 miliardi di fatturato.

Leggi il resoconto dell'Assemblea costituente: https://bit.ly/Conf_Romagna

FORTE IMPEGNO DELLA FONDAZIONE GIOVANNI DALLE FABBRICHE VERSO I GIOVANI DEL TERRITORIO

 

 

forto 2.11.20

La Fondazione, nel 2019, ha impiegato circa quattrocentomila euro in attività di formazione verso i giovani, di promozione del modello cooperativo sul territorio e per azioni di solidarietà.

Si è svolta il 30 settembre a Faenza, l’Assemblea annuale degli enti aderenti alla Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche: è stato approvato il Bilancio dell’esercizio 2019, un anno straordinario per il volume delle attività svolte.

La Fondazione, nel 2019, ha impiegato circa quattrocentomila euro in attività di formazione verso i giovani, di promozione del modello cooperativo sul territorio e per azioni di solidarietà.

Ciò è stato realizzato attraverso Borse di studio, di ricerca con progetti post laurea, tirocini all’estero e in Italia, oltre ad attività di orientamento al post diploma.

L’impiego di risorse è stato reso possibile dai fondi e contributi stanziati da La BCC, Credito cooperativo ravennate forlivese e imolese, di cui la Fondazione è uno dei partner principali per le azioni di responsabilità sociale, nel campo scolastico per la formazione dei giovani e per il sostegno mutualistico alle famiglie in stato di disagio.

Inoltre nel 2019 sono stati impiegati i fondi messi a disposizione dall’agenzia nazionale Erasmus per il progetto M.Y. Europe, destinato agli studenti delle scuole superiori di secondo grado.

Nel corso dell’assemblea, dopo la relazione del Presidente Edo Miserocchi è intervenuto anche Mons. Mario Toso, Vescovo di Faenza - Modigliana, che ha svolto una riflessione sui temi pastorali della enciclica di Papa Francesco Laudato Sii, da lui sviluppati con la pubblicazione del volume “Ecologia integrale. Dopo il coronavirus”: la rinascita economico-sociale, non potrà essere ancora imperniata su una crescita infinita e illimitata. Dovrà essere una fase in cui politici e scienziati, ma anche giovani e cittadini normali, dovranno modificare il loro modo di essere e di agire, nel rispetto del creato e della dignità delle persone: solo così si troveranno soluzioni, non condizionate dal mero profitto, a favore del bene dei popoli.

Nella parte preliminare dell’assemblea sono stati presentati due progetti di ricerca conclusi da Celeste Ferrini sul tema “L’alternanza Scuola - Lavoro. Esperienze e proposte per migliorare il rapporto tra imprese del territorio e giovani in formazione”, e da Giulia Bassani per “Il futuro della terra, costruire una economia locale più sostenibile”

Questi progetti che sono pubblicati sul sito della Fondazione Dalle Fabbriche, grazie alle borse di studio erogate dalla BCC, danno “la voce ai giovani” per una serie di proposte per costruire una città e una economia locale più equilibrate ed eco sostenibili.

Fondazione MULTIFOR Sede legale: Via Baratti, 1 - 47121 Forlì - Mail: info@multifor.it
C.F.: 03253570406 - Pec: multifor@pec.sedimail.it

Privacy & Cookie Policy - Credits